Film Torrent HD in Download

2005 Pervert! (a tribute to Russ Meyer)

  • Informazioni
  • Trailer Youtube
Pervert! (a tribute to Russ Meyer) (2005)

Voto IMDB 4.7/10 - 1975 voti

Titolo Originale Pervert!

Durata 81 min

Anno

Uscita 12 Feb 2005

Paese USA

Lingua English

Qualità

Direttore

Premi N/A

Genere Commedia,Film,Horror

UNRATED Trama di Pervert! (a tribute to Russ Meyer) (2005)

Nel 1984, in Inghilterra, il governo conservatore guidato dalla Lady di Ferro Margaret Thatcherannuncia la chiusura di una miniera di carbone nello Yorkshire, primo atto di una serie di smantellamenti di siti minerari che porteranno alla perdita di 20.000 posti di lavoro. Arthur Cargill, capo del sindacato della categoria, proclama uno sciopero che durerà, in condizione durissime, per un anno intero. I lavoratori delle miniere di tutto il paese, affamati e in lotta per i propri diritti, diventano il nemico pubblico numero uno, vengono dipinti come criminali e attaccati con violenza dalla polizia (con 2 morti e moltissimi feriti durante le manifestazioni). Per indebolire ulteriormente la protesta vengono anche sequestrati i fondi del sindacato, rendendo impossibili donazioni dirette. Solo un’altra minoranza, quella omosessuale, la cui storia è colma di violenze e discriminazioni, si interroga su quello che sta accadendo. E’ per questo che un gruppo di giovani attivisti gay londinesi, organizzati dal ventiduenne Mark Ashford e facenti capo alla libreria Gay’s The World, si ribattezza LGSM (“Lesbiche e gay a sostegno dei minatori”) e decide di mostrare concretamente la propria solidarietà alla causa dei lavoratori delle miniere. Grazie alla passione del gruppo vengono raccolti soldi e beni di prima necessità. Resta il problema di farli accettare ai sindacati e ai minatori, abitanti di zone rurali, con i loro bravi pregiudizi sull’omosessualità. Ma per fortuna i membri del LGSM incontrano Dai Donovan, sindacalista dei minatori di Dulais nel Galles, che va a trovarli e dà il via a una conoscenza reciproca e un’unione senza precedenti in tema di diritti condivisi.

E’ questa la storia vera raccontata nel film Pride, una storia di trent’anni fa poco conosciuta anche in Inghilterra, se non tra chi quelle battaglie le ha combattute e ha spesso continuato a farlo, in nome di chi non ha voce in una società sempre più indifferente alla sofferenza altrui. E’ una storia bellissima che ha dato vita ad un film altrettanto bello, mai ricattatorio, emozionante senza essere sdolcinato, in cui anche il momento più smaccatamente buonista è stemperato dall’autoironia. Certo, nell’Inghilterra degli anni Ottanta avere di fronte un leader terribile come (l’ingiustamente rivalutata) Margaret Thatcher era uno stimolo alla coalizione di forze ed esperienze sulla carta agli antipodi.FONTE